Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

FOODICOLA


In occasione di Milano Food City prende il via Foodicola un progetto che ha come obiettivo quello di condividere momenti di aggregazione, al fine di creare un’esperienza enogastronomica “tipica” intorno alle edicole e ai loro contenuti editoriali.
Una settimana di eventi, degustazioni, show cooking e incontri diffusi in tutta la città.
Si vuole proseguire il percorso iniziato con Expo, creando un momento di riflessione sulla necessità di promuovere comportamenti alimentari corretti, scoprendo la storia e la cultura del cibo. Attraverso le attività del comune di Milano relative al progetto Food Policy (mangiare a Milano).


01 FOODICOLA
Cosa vogliamo fare
Foodicola è un progetto che attrarrà i vari palati ponendo notevole attenzione anche alla salute e all’ecosostenibilità. Attraverso questo progetto si valorizzeranno le edicole sul territorio, associando ad esse un percorso enogastronomico che farà riscoprire all’utente la cultura della cucina italiana e internazionale, oltre all’importanza di un’alimentazione corretta. Le edicole diventano dei “pit stop” nei quali è possibile degustare pietanze e bevande tipiche della cultura italiana.


02 FOODICOLA
Come
Verranno posizionati degli stand piccoli e stilosi intorno alle edicole selezionate, dedicati agli assaggi enogastronomici.


03 FOODICOLA
Con chi
Si farà parte dell’evento numero 0 di Milano Food City che si auspica possa essere un trampolino di lancio e diventare simbolo (come il salone del mobile) di una città vivace e attrattiva.


04 FOODICOLA
Come agiremo
Il progetto è gestito interamente dalla Società Cooperativa Snag Progetti e Servizi, che si pone come interlocutore e problem solver per tutte le necessità di natura tecnica e logistica, oltre che nella gestione del format e della comunicazione



foodicola pdf
IL progetto
locandina.pdf
Locandina eventi
Descrizione immagine


 

L’evento “FOODICOLA” nasce come strumento del piano d’azione della “Milano Urban Food Policy”.


Partendo  dall’informazione, si è voluto raccontare il cibo, dando un contributo ai temi della FOOD Policy nella seguente maniera:

  1. Semplicità dell’alimentazione – contrariamente ad una sempre più diffusa cultura che promuove la raffinatezza e la complessità in cucina, favorendo una segmentazione di mercato non propriamente in linea con il momento storico che si sta vivendo, un partner di noto prestigio, ha proposto il più semplice dei prodotti con un prezzo che, dai riscontri avuti sul territorio, ha riportato il consumatore ad un ragionamento in merito alla quotidiana alimentazione
  2. Mangiare sano –  l’alimentazione deve rientrare in una filosofia che porti allo stare bene. L’esercizio fisico non deve essere vissuto come un “dovere” per smaltire l’eccesso. Alimentarsi correttamente vuol dire anche non eccedere.
  3. Lo Sport – uno sport nobile che arricchisce e rende più sicuri i nostri parchi e le nostre città. Le implicazioni sulla salute sul viver sano attraverso la semplicità di uno sport alla portata delle tasche di tutti, immerso in un clima che solo un’Associazione no profit è in grado di trasmettere.
  4. Associazionismo e volontariato – “Social per natura” così vediamo le edicole e ancora di più quelle che hanno partecipato al progetto: per questo motivo abbiamo voluto impostare l’evento in città. Un messaggio in controtendenza, dove di fronte ai tanto decantati risultati del mondo hi-tech, ci si dimentica il valore e le potenzialità del più social dei giochi italiani. Il mondo no profit ha così accolto i milanesi, piccoli e grandi, per ricordare con un semplice “gioco da tavolo” che è possibile essere social guardandosi negli occhi.
  5.  Assistenza ai più deboli– Pensare che in molti facciano fatica a rinunciare ad un pasto e sempre di più abbiano invece il problema di non poterselo permettere, deve rientrare non solo come momento di riflessione in momenti dedicati al cibo ma deve diventare parte di noi ogni giorno .
  6.  Produzione alimentare – Milano e la produzione agricola del suo territorio. Troppo concentrati a vedere oltre dimentichiamo che “il km zero” è ancora più vicino di quanto i milanesi pensino. La città e la sua importanza per il mondo agricolo. Senza dimenticare l’acqua, in un Comune che ne è particolarmente ricco e che, per questo, deve sentirsi responsabile
  7. Turismo e alimentazione – Due aspetti che non devono convivere solo sotto logiche di business, perché trasmettono i valori italiani e milanesi nel mondo.

Il tutto immerso in uno scenario complesso quale la città stessa. Non un luogo e un singolo momento ma diffusi e ovunque, per accompagnarci appena usciti dalla scuola, dall’ufficio, da casa.


Non in un palazzo, in stand o fiere ma in luoghi aperti per raggiungere il cittadino e il turista con il più immediato degli strumenti, la “Semplicità”

Sfoglia il giornale dell'evento

distribuito in 100.000 copie 

Descrizione immagine
Descrizione immagine


Pane quotidiano 


l’accoglienza meneghina è stata rappresentata egregiamente da “Il pane quotidiano”.


Istituzione con 120 anni alle spalle che ha saputo coniugare lo spirito dell’iniziativa, favorendo i grandi principi legati al cibo e all’alimentazione.

4000 ospiti al giorno che vengono accolti ed aiutati da un associazione benefica laica e senza matrice politica. Un impegno che, contrariamente a quanto si possa pensare rispetto al benessere ostentato nelle grandi città, si è intensificato negli ultimi anni.


L’iniziativa “FOODICOLA” attraverso il partner “Rovagnati” ha consentito di devolvere parte del ricavato a questa importante realtà milanese


MUSEO CARD REGIONE LOMBARDIA


Come dichiarato in premessa, accompagnare il cittadino e il turista nella scoperta della città con del buon cibo, non deve escludere la possibilità di alimentare esigenze diverse e più profonde, come il voler nutrire la mente, le proprie passioni e l’amore per la città. “Museo Card – Regione Lombardia” ha fornito del materiale da omaggiare negli stand aderenti, per poter promuovere, in un momento così importante, anche altri appetiti.


Durante l’evento FOODICOLA sono stati distribuiti circa 2000 flyer dedicati.

Fabbrica dei Segni


Una COOPERATIVA SOCIALE presente in tre stand dell’evento per raccontare il quotidiano impegno e per lanciare con “BEST11”, la loro ultima creazione.


Una COOPERATIVA SOCIALE e una casa editrice nata per offrire opportunità occupazionali a chi viene da realtà disagiate. Offre una prospettiva diversa a chi ha dovuto affrontare problemi legati anche al carcere, tossicodipendenza o che presenta problemi psichici tale da comprometterne l’attività lavorativa.


In quest’occasione, dove viviamo una quotidianità sempre più legata ad un mondo “Social”, è stato per noi importante avere l’opportunità di sostenere il lancio di un gioco di società legato alla famiglia e a relazioni più concrete e quotidiane.


 E’ stata quindi l’occasione per noi ideale per promuovere il primo gio


co di società legato al calcio, coinvolgendo direttamente le persone, i bambini e le famiglie intorno ad un tavolo.


Negli stand è stata data la possibilità di giocare, imparare le regole e acquistare il prodotto,sostenendo così i valori della COOPERATIVA.

Descrizione immagine

RUNNING MOTIVATOR


Durante FOODICOLA sono stati organizzati anche momenti legati allo sport, sempre nel cuore della città.


L’Associazione RUNNING MOTIVATOR è intervenuta all’evento FOODICOLA, sempre con l’idea di intraprendere un percorso che porti ad un approccio più sano all’alimentazione e allo sport.RUNNING MOTIVATOR è un’associazione nata per accompagnare ed insegnare alle persone l’amore e la necessità di una vita più vicina allo sport. Il tutto con uno sguardo ai rapporti con il prossimo, assaporando il piacere di una corsa in compagnia. Il movimento nasce nel 2012 per comunicare il concetto, semplice quanto fondamentale, che una vita fatta di sane abitudini, tra le quali in primis il movimento, è condizione essenziale per trovare il giusto equilibrio.


La corsa e la camminata, con l’accompagnamento di un Running Motivator, sono una condizione fondamentale dell’equazione del benessere, esattamente come un’alimentazione sana ed equilibrata. Sono stati organizzati 6 appuntamenti:


- sabato 6 maggio ore 11-00 partenza da Corso Garibaldi con arrivo in Piazza Duomo4

- sabato 6 maggio alle 16-00 partenza da P.zza Corvetto con arrivo in P.zza Duomo
- Domenica 7 maggio due gruppi si sono succeduti con partenza da Corso Garibaldi e arrivo in P.zza Duomo
- Giovedì 11 un primo gruppo con partenza dall’ Edicola 2.0 al mattino e uno al pomeriggio con arrivo, in entrambi i casi, in P.zza Duomo


L’evento oltre a generare un particolare entusiasmo ed interesse intorno al mondo della corsa, ha dato una grande visibilità agli obiettivi del progetto, con un grande coinvolgimento spontaneo di appassionati della corsa.


CONFAGRICOLTURA


In tutti gli stand era presente un forte messaggio di CONFAGRICOLTURA rivolto alla città ,oltre ad essere stato adibito uno stand, a cura di CONFAGRICOLTURA nella centralissima Piazza DUOMO.

 Tutti i punti
coinvolti sono stati inoltre decorati con piante da frutto offerte dagli sponsor. Nel caso di P.zza del Duomo, lo stand è stato adibito con uno spazio erboso ,trasmettendo un semplice quanto chiaro messaggio
dedicato all’agricoltura.


Tutti i giorni sentiamo parlare della necessità di una vita più rivolta alla natura ma poi dimentichiamo i terreni agricoli attorno a noi e a quanto il cosiddetto “KM ZERO” sia vicino noi.


Milano è forse l’unica vera metropoli circondata interamente da aree agricole tutelate, come parchi regionali, dove vivono e producono grandi imprese legate all’agricoltura.


 Milano può essere una metropoli con un forte riferimento internazionale per l’agricoltura cosa quest’ultima forse non nota a molti. Milano può competere in tutti gli ambiti e, per assurdo, il settore agricolo non è escluso. 


Quale luogo migliore per far partire un messaggio di cultura del cibo?CONFAGRICOLTURA era presente inoltre con 10.000 copie del “CORRIERE AGRICOLO” nelle edicole coinvolte dall’evento per una distribuzione del loro prodotto editoriale.

Descrizione immagine

Acqua NORDA


 I consumi di Acqua Minerale in Italia sono tra i più elevati al mondo, arrivando a circa 190 litri pro-capite anno: è facile pensare che la nostra Acqua Minerale, sia fattore portante della cultura alimentare “mediterranea”, che l’Italia ha saputo inventare e che tutto il mondo ci invidia.


NORDA, importante realtà italiana nata nella Valsassina, ha partecipato all’evento. In un momento in cui si vive il consumo d’acqua con leggerezza e con poca consapevolezza e forse troppo distratti da “logiche di prezzo”, non ci si sofferma, come si dovrebbe, sul fatto che, scegliendo un prodotto che nasce a pochi passi da Milano, si potrebbero innescare fattori positivi per tutta una filiera.


Sammontana


Presente in 20 stand con l’aggiunta di P.zza del Duomo dove, tramite un mantecatore a vista, veniva prodotto in tempo reale un ottimo gelato in due gusti. Un grande successo di pubblico per il modo attrattivo con cui è stato proposto soprattutto al turista, che ha potuto assaporare “ gelato fatto in casa” da un grande produttore italiano. In alcuni casi la partecipazione sarebbe potuta essere molto più alta se il clima, non dei più favorevoli nel periodo dell’evento, avesse spinto ad un maggior consumo di gelato.


Centri FITNESS GET FIT 


 Presente in un punto tra i 22 coinvolti con l’obbiettivo di informare il cittadino sull’importanza del prendersi cura della propria salute. “Misura il tuo benessere” è il nome della campagna promozionale dove gratuitamente con una semplice strumentazione ed un esperto era possibile, , misurare lo stato di benessere del proprio corpo.


 Motivare le persone a scegliere uno stile di vita attivo, è la prima medicina contro diversi dei problemi di salute che colpiscono sempre più persone.


GET FIT ha registrato un ottimo successo e un’adesione attiva e produttiva, attraverso un forte interesse a quanto proposto.


Alle persone sottoposte al test veniva spiegata l’importanza del movimento. Il movimento come il nuovo medicinale, il movimento per combattere il decadimento. 


Tante le persone curiose della seconda e terza età a cui, dopo aver fatto il test, è stato diffuso il messaggio sul quale Milano sta tanto investendo.

 

Un successo anche nell’area di riferimento con tanta curiosità e entusiasmo anche per i negozianti prossimi all’evento.


Rovagnati


Presente in 21 postazioni su 22 è riuscito ad interpretare al meglio il concetto di semplicità, eccellenza, fruibilità ed economicità che, secondo la nostra interpretazione, si doveva dare all’evento.
Il pane di Milano, la michetta, un ambiente sano, un prodotto di grande profilo, un prezzo nettamente inferiore a quelli a cui “Le città” ci hanno abituato. Un ottimo successo nella vendita, un ottimo percepito da parte dei clienti, accompagnato da dati interessanti, stando alle interviste effettuate che rilevano come la qualità del prodotto e la facile fruibilità siano l’essenziale per un prodotto di successo.


Un rilancio anche per la nostra”michetta”, scomparsa dai bar e dai locali e sempre meno ricercata dagli stessi panificatori. Un assoluto successo di pubblico che ha potuto assaporare la tradizione milanese.


L’azienda Rovagnati, inoltre, verserà a “Pane Quotidiano” un contributo in denaro di 5.000,00 € oltre ad un ulteriore contributo di 5.000,00 € in valore di prodotti (buste di prosciutto). L’idea di aggiungere al contributo in denaro, frutto delle vendite realizzate della Michetta con Gran Biscotto durante l’evento Foodicola, una donazione di prodotti di pari importo, è finalizzata a rafforzare il ruolo di Rovagnati come azienda attenta a supportare il territorio milanese e le associazioni che in questo operano


SKY e gambero Rosso 


 Sono stati presentati, nello stand di P.zza Cordusio, alcuni dei migliori chef italiani.


Tre appuntamenti esclusivi, con inizio alle 18-30, che hanno visto:


- 5 maggio, Maurizio Rosazza Prin ,medaglia d’argento alla seconda edizione di master chef Italia che,

con la filosofia del “chissenefood” vuole trasmettere alle persone il lato più conviviale della cucina
- 9 maggio, Max Mariolo, conosciuto per “I panini li fa Max” e Fabrizio Nonis che ha saputo
reinventare il mestiere del macellaio ai fornelli.
- Vito e Giorgione che hanno raccontato la cucina più verace


Cuochi di eccellenza che hanno portato la cucina più semplice nel centro di Milano, il tutto con una costante copertura televisiva delle produzioni. Momenti di grande successo che hanno riscontrato oltreché un grande apprezzamento di pubblico autentici momenti emozionali intorno allo stand


…inoltre

Si sono aggiunte a tutto ciò realtà più semplici ma di forte impatto quali:
Il Birrificio di Legnano, che ha promosso la propria birra artigianale o “AMMU” che ha avuto un grande successo coni suoi cannoli siciliani.

Descrizione immagine

RASSEGNA STAMPA FOODICOLA

3/05/2017

Corriere.it  - La nuova vita delle edicole di Milano Dall’infopoint alle degustazioni 

Il Giorno - 'Foodicola', a Milano le edicole diventano isole del gusto Ansa  - A Milano edicole si rilanciano anche con degustazioni La Repubblica.it Milano - Milano Food City, degustazioni di specialità italiane in edicola: l'idea contro la crisi dell'editoria Agenzia Stampa Omnimilano.it - Foodicola                                                                     

Agenzia di stampa Askanews.it - Le edicole di Milano diventano infopoint, si parte con Foodicola Libero- Foodicola Il milanese imbruttito - Foodicola 

Gambero rosso- Foodicola  Miano Today - Foodicola    Il Dubbio

Descrizione immagine