S.N.A.G Confcommercio -  Via San Sisto, 3 20123 Milano -Telefono - 02-87.87.00 - 02-80.56.704 - fax 02-89.00.005  

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Presidente SNAG Milano ALessandro Rosa

Descrizione immagine
Bookmark and Share

6-11-2017

Una nuova visione per una nuova rete commerciale


Continua il processo di cambiamento lanciata nel periodo EXPO 2015 con le edicole infopoint. Si è reso necessario però sulla fine del 2016 alzare l’asticella e intervenire non solo su una linea di business, ma sulla ristrutturazione di un canale di vendita per poter poi “rilasciare” alla città un nuovo soggetto commerciale.


Per fare questo è necessario ridisegnare il concetto di “edicola” per favorire il percepito che hanno i consumatori del nostro settore.


 Diversi sono stati gli eventi che nel corso del 2017 hanno fatto da traino al protocollo di sostegno deliberato in Giunta del Comune di Milano venerdì 3 novembre. FOODICOLA, Wine Art Design, la nostra partecipazione al Festival Metropolitano con L’Edicola 2.0 itinerante, oltre ai numerosi eventi che si sono succeduti presso l’edicola 2.0 tutti successi di SNAG Milano ottenuti anche grazie al direttore Marketing Mimmo Lobello.


Non è sufficiente quindi dare la possibilità di offrire un servizio al rivenditore. E’ necessario intervenire sulla rete commerciale in tutti gli ambiti che agiscono sul suo lavoro. La struttura, il commercio, i servizi, l’arredo urbano, gli allacciamenti, la pubblicità e la promozione di questo nuovo canale.


Su  tutto questo agiscono purtroppo ancora norme ostative, e una cultura ancora contraria al cambiamento. L’edicolante ha bisogno stimoli, prospettive ed entusiasmo, il distributore locale deve riscoprire un ruolo puramente logistico e non strategico ( vedi gli articoli di Italia Oggi pazzeschi pubblicati in questi giorni...) , l’editore deve tornare ad essere imprenditore ed editore e ricordare, come si faceva una volta a  vendere un prodotto, FIEG così come ha firmato il protocollo del turismo con SNAG Milano nel 2015, deve aiutare a sostenere una visione positiva del settore e.. noi...dobbiamo fare tanto, tanto lavoro. Prima di tutto concentrarsi sulle necessità e le opportunità non su quello che appartiene al passato.


Abbiamo lavorato parecchi mesi con l’Amministrazione per poter condividere la nostra visione del settore e siamo orgogliosi di aver ottenuto questo sostegno. Le basi sono state gettate e l’Amministrazione Comunale ha dimostrato di voler credere alle nostre edicole. 


Ora non ci resta che lavorare


Comunicato stampa

Le edicole diventano spazi multi servizi

Da rivendite di riviste e quotidiani a info-point turisti  e spazi multi servizio per cittadini e turisti capillarmente diffusi su  tutto il territorio milanese. Questo l’obiettivo delle linee guida approvate  dalla Giunta per il rilancio, l’evoluzione e il sostegno delle edicole milanesi.


“Un provvedimento che rappresenta il primo passo di un progetto più ampio che  porterà le edicole cittadine a tramutarsi in una capillare rete di info-point cittadini  in occasione dei grandi eventi cittadini e non solo – ha spiegato  l’assessore  alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio  Cristina Tajani che  prosegue – ”Vogliamo che le edicole tornino ad essere un valido punto di riferimento in ogni quartiere della città. Spazi dove i cittadini e soprattutto gli anziani possano facilmente trovare tutte le informazioni per vivere la città o accedere ai servizi online  offerti dall’Amministrazione come:


tutti i certificati anagrafici o altri atti per cui non è necessario recarsi personalmente presso gli uffici comunali”.


“Le edicole saranno un prezioso strumento per diffondere sul territorio i servizi online del Comune di Milano a disposizione  dei cittadini – ha commentato l’assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco – Attualmente i certificati emessi digitalmente sono il 54 per cento del totale, grazie a questa collaborazione speriamo di veder crescere questa percentuale e di conseguenza diminuire le code allo sportello”.


Il provvedimento prevede  la possibilità per le edicole di affiancare alle normale attività di vendita di riviste, quotidiani  e periodici anche un’azione informativa sui servizi e sulle opportunità turistiche e sugli eventi offerti  dalla città durante tutto l’arco dell’anno. Spazi che, in virtù delle loro capillare presenza sul territorio, possono costituire anche una rete di nuovi  servizi e a favore dei quartieri e della popolazione contribuendo di fatto a estendere l’utilizzo dei servizi comunali on line soprattutto nella fascia più anziana della cittadinanza che potrà così evitare di recarsi presso gli uffici comunali.


Un progetto fortemente voluto da SNAG Confcommercio Milano, che ha potuto testare il  otenziale e le opportunità di una rete strutturata ed efficace nel periodo EXPO 2015 e che grazie al sostegno dell’ Amministrazione Comunale potrà ora impostare nuove opportunità di business per il settore in maniera da restituire alla città un soggetto commerciale produttivo, funzionale e dalle più ampie prospettive.


Linee guida che consentono  di dare avvio ad un concreto aiuto al comparto oggi in difficoltà, creando nuove opportunità commerciali  per i proprietari e i gestori delle edicole che potranno così ad esempio sviluppare reti wi-fi nella zona di pertinenza delle edicole o organizzare eventi aggregativi rivolti alla zona e al quartiere attirando più pubblico nonché contribuire alla riqualificazione  professionale degli operatori impegnati nelle singole  edicole e favorire l’adeguamento e  ’ammodernamento delle strutture  o posare impianti pubblicitari nel rispetto delle norme  el codice della strada e del Regolamento Comunale sulla Pubblicità.


Sul territorio milanese sono presenti 632 rivendite di giornali e riviste, di cui 503 esclusive e 129 non esclusive, capillarmente  distribuite nelle zone centrali e periferiche presso negozi, supermercati, ospedali, mezzanini delle metropolitane, stazioni ferroviarie, chioschi su aree private e chioschi su aree pubbliche. Negli ultimi cinque anni, il numero di edicole in città è calato  di oltre il 30%: dall’anno 2012 hanno cessato l’attività complessivamente 368 rivendite. “


Una straordinaria opportunità occupazionale – ha dichiarato Alessandro Rosa Presidente della Snag – (nella foto di copertina) con cui potrà generarsi una nuova filiera lavorativa. Non solo favorevole al mondo editoriale, ma anche per tutte quelle categorie professionali che vorranno credere ed investire in un progetto in cui domanda ed offerta s’incontrano sul mercato grazie alle edicole. Vedette del territorio in grado di far incontrare esigenze diverse ed in cui disparate aree commerciali avranno un vettore che potrà incrementare il loro volume di lavoro. 


A sviluppare il progetto contribuirà anche il Direttore Marketing di Snag, Mimmo LoBello. “È  un progetto in cui crediamo fermamente ha aggiunto il direttore. Ci stiamo lavorando da un anno con l’obiettivo di trovare nuovi modelli di business. Trasformare le cose da come sono a come crediamo debbano diventare. Insomma investire nel futuro. Noi pensiamo sia questa la strada”

Descrizione immagine

Direttore Marketing Mimmo Lobello

Sorry no comments to display
* indicates required field
(this will not be published on the website)
(must start with http:// or www.)
maximum characters 157, 157 remaining